DIVORZI E SEPARAZIONI TRANSNAZIONALI

Una delle specializzazioni principali dello studio è l’assistenza dei cittadini stranieri residenti in Italia che necessitano di ricevere consulenza legale in madrelingua nella materia familiare transfrontaliera. Nelle separazioni internazionali e nelle cause di affidamento di minori pendenti in Italia lo studio garantisce l’assistenza legale bilingue. Nello stesso modo agisce in Italia per il recupero degli assegni di mantenimento e cerca di soddisfare le esigenze dei cittadini ungheresi fornendo consulenza legale in madrelingua nelle questioni familiari.

Nelle cause di sottrazione internazionale di minori, sempre più frequenti tra i genitori di nazionalità diversa, lo studio si mette a disposizione – eventualmente con l’ausilio della mediazione internazionale – per la risoluzione e la gestione dei conflitti transfrontalieri.

Sulla base del regolamento CE n. 2201/2003 la normativa comunitaria in materia familiare ha avuto un vero e proprio successo, tuttavia, i diritti dei genitori coniugati all’estero non risultano ancora garantiti sufficientemente. Lo studio spesso viene contattato da madri, cittadine ungheresi che, sposandosi con un cittadino italiano, si sono trasferite in Italia e durante la loro separazione si sono sentite svantaggiate proprio a causa della normativa comunitaria. Le controversie in materia di affidamento durante e dopo le separazioni spesso diventano guerre disumane o veri e propri campi di battaglia che possono rovinare la vita dell’intera famiglia, e soprattutto il quotidiano dei ragazzi innocenti nella rottura del matrimonio. In questi casi un avvocato di madrelingua, uno studio internazionale ben preparato, nonchè un team giovane che dispone anche di psicologi preparati può essere di grande aiuto non solo in termini giuridici, ma anche psicologici in un periodo buio e difficile. Lo studio cerca di essere tale aiuto per la propria clientela straniera.

Analogamente è molto frequente che lo studio venga contattato da padri italiani sostenendo che le loro mogli, compagne o conviventi ungheresi, rumene, tedesche e svedesi abbiano portato via i propri figli e chiedono l’intervento davanti alle autorità straniere preposte, al fine di agire per i propri diritti  davanti ai tribunali ed autorità straniere. In ogni caso lo studio garantisce l’assistenza legale tramite i propri partner madrelingua con studi legali locali.

MANTENIMENTO DEI FIGLI

Grazie al regolamento CE n. 4/2009 ed alla collaborazione delle Autorità Centrali le controversie transfrontaliere di affidamento tra genitori ungheresi e di altre nazionalità  straniere vengono oggi trattate in modo più spedito ed efficiente, anche se sussitono ancora molte difficoltà a causa delle divergenze negli ordinamenti nazionali e delle procedure esecutive dei singoli stati. Proprio per tali difficoltà lo studio cerca di intervenire personalmente davanti alle autorità ungheresi ed italiane coinvolgendo nelle procedure all’estero avvocati partner di madrelingua al fine di migliorare i risultati in questo tema di grande attualità.

ACCORDI PRE-MATRIMONIALI E CONTRATTI DI CONVIVENZA

In data 21 giugno 2012 è entrato in vigore il regolamento comunitario n. 1259/2010, il quale prevede la scelta della legge applicabile in materia di separazione e divorzio ed in altre cause familiari, un passo importantissimo nel diritto di famiglia. Diventa così più che mai auspicabile per i cittadini stranieri che intende sposarsi in Italia consultare preventivamente un professionista al fine di elaborare eventuali accordi. Nella formulazione di tali accordi e contratti lo studio mette a disposizione le proprie competenze in ogni lingua.

E’ da ricordare inoltre che in Italia nel 2016 è entrata in vigore la legge sulle unioni civili e sulle convivenze di fatto, dando regolamentazione normativa alle coppie conviventi ed alle coppie dello stesso stesso.